Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece eventualmente utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza di "social plugin".
Proseguendo nella navigazione del sito autorizzate l'uso dei cookie.

user_mobilelogo

In occasione del Centenario della I Guerra Mondiale

PROGETTO SAPER RESTARE UOMINI

 

 

 

Anno scolastico 2014-2015

Classi III A-III B

Insegnanti: Ermanna Ronchini-Roberta Saliani

 

 

FINALITA’

La realtà in cui viviamo è sempre più caratterizzata da una trascuratezza dell’io, che rappresenta il supremo ostacolo al nostro cammino umano perché impedisce la consapevolezza dell’appartenenza a un popolo.

Il nostro passato nazionale testimonia la storia di uomini tenaci, operosi e solidali, capaci di affrontare ogni sorta di avversità grazie alle comuni radici cristiane.

Si ritiene importante, pertanto, cogliere l’occasione del Centenario della Grande Guerra per recuperare e valorizzare la memoria storica di un avvenimento che ha marcato in modo fondamentale le società italiana ed europea, determinando il successivo avvento dei totalitarismi, ma che ha anche messo in luce come, anche in circostanze drammatiche e disumane, il cuore dell’uomo non viene annientato, anzi diviene capace di condividere il vero senso della vita.

La I Guerra Mondiale è stata il tragico culmine di una terribile strumentalizzazione: quel tentativo di trasformare il popolo, sostanzialmente costituito dalla comunanza di fede cristiana e dalla prossimità di vita quotidiana, in una indistinta massa al servizio di strategie decise nei luoghi del potere, utilizzando la scolarizzazione al servizio dell’ideologia.

Eppure il popolo aveva ancora delle energie tali da far scaturire una linfa di umanità autentica anche in condizioni terribili.

Con il progetto “SAPER RESTARE UOMINI” vogliamo offrire ai ragazzi la possibilità di incontrare l’esperienza umana vissuta dai nostri connazionali nel corso della Grande Guerra, affinchè traggano da essa un motivo di speranza e i valori su cui fondare il loro futuro.

 

OBIETTIVI

  • imparare a riflettere sul passato
  • approfondire la conoscenza della Grande Guerra
  • comprendere che è la memoria a dare significato al tempo
  • confrontarsi con l’esperienza di uomini veri
  • riconoscere i valori che sostengono l’esistenza
  • percepire l’importanza del senso di appartenenza a un popolo

 

TAPPE e ATTIVITA’

  1. CONOSCENZA DEI FATTI
  • Studio del contesto storico-geografico della I Guerra Mondiale
  • Mostra “Tra rocce e ghiacci. Ricordi dal fronte più elevato della Grande Guerra
  • Testimonianza del presidente dell’ANA C. Fracassi “Saper restare uomini
  • Incontro con M. Ghizzoni, curatore del “Museo della Guerra Bianca” di Temù (TN)
  • Video di A. Angela “Gli altopiani di Asiago
  • Lettura integrale del testo “Un anno sull’Altipiano” di E. Lussu

 

  1. GLI ALPINI
  • Lettura testi tratti da Centomila gavette di ghiaccio di G. Bedeschi e da Il sergente nella neve di M. Rigoni-Stern
  • Analisi e interpretazione di alcuni canti
  • Coro ANA CREMONA “Concerto di canti alpini

 

  1. GIUSEPPE UNGARETTI: ESPERIENZA DI UN SOLDATO SEMPLICE
  • Poesie tratte da Vita di un uomo

 

  1. UNA VERITA’ CHE LA STORIA HA DIMENTICATO
  • Film “Joeux Noël”

 

TEMPI

Novembre-Gennaio

 

VERIFICA

  • Testi individuali narrativi e argomentativi
  • Mostra “Saper restare uomini

 

In allegato l'articolo pubblicato su "La Vita Cattolica" giovedì 27 novembre 2014

 Articolo_progetto_saper_restare_uomini